Notizie

Le infiammazioni tendinee
07 Giu 2019
Le infiammazioni tendinee

Che cosa sono le infiammazioni tendinee?

I tendini sono insiemi di fibre che legano i muscoli alle ossa permettendo all’apparato contrattile di svolgere le sue funzionalità. Queste fondamentali strutture fibrose dal colore madriperlaceo infatti trasformano la forza creata dalla contrazione muscolare in movimento.

Sebbene abbiano una struttura robusta ed in grado di sostenere importanti carichi, non sono immuni da fenomeni degenerativi che con il passare del tempo si possono manifestare con più facilità.

Le patologie tendinee sono frequenti, soprattutto per gli atleti o chi fa sport abitualmente date le intense sollecitazioni a cui i tendini sono sottoposti.
Per ciò che riguarda le lesioni tendinee, si manifestano tra il punto di collegamento tra tendine e tessuto osseo – in questi casi si parla di patologia inserzionale.

Tendinopatie o Patologie Tendinee

Con il termine tendinopatie s’intendono tutte le patologie riguardanti:

  • I tendini
    • Tendiniti
    • Tendinosi
  • La guaina sinoviale o periotenonio
    • Tenosinovite
    • Paratenonite
  • Le borse
    • Borsiti

Le aree più soggette a queste infiammazioni sono:

  • Il Piede – tendine d’Achille (collocato sul retro della caviglia),
  • Le Ginocchia
  • I gomiti
  • La cuffia dei muscoli rotatori della spalla.

Tendinite e Tendinosi

La tendinite è una condizione infiammatoria che interesse una delle numerose strutture fibrose tendinee del nostro corpo.

Esse possono distinguersi in croniche e acute e sono provocate dal movimento ripetitivo di un’articolazione che  a lungo andare può causare l’infiammazione del tendine per sovraffaticamento.

Se un tendine è sollecitato più del suo limite sopportabile le fibrille che lo compongono vengono lesionate più o meno criticamente che verranno riparate naturalmente creando una struttura fibrosa più vascolarizzata e conseguentemente meno resistente e con una struttura cellulare più piccola  (ipotrofia).

Se la degenerazione tendinea avviene senza una condizione infiammatoria si parla di tendinosi.

Tenosinovite o Paratenonite

La tenosinovite o più comunemente detta “gomito del tennista” è l’infiammazione della guaina sinoviale che riveste la struttura tendinea.

Essa può essere causata da sovraffaticamento, ma anche da patologie sistemiche oppure dall’infiltrazione di agenti patogeni che possono causare infezione.

Borsite

La borsite è un’infiammazione che interessa una borsa ossia una delle sacche piene di liquido che si collocano a livello delle articolazioni e si manifestano anch’esse per movimenti ripetitivi, trauma, infezione o situazioni patologiche presesistenti.

Quali sono i sintomi delle infiammazioni tendinee?

Tendinite e Tendinosi

La tendinite provoca  generalmente lieve dolore alla palpazione e al movimento della zona interessata.

La tendinite cronica può provocare edemi in corrispondenza delle guaine tendinee, gonfiore, bruciore e riduzione della funzionalità del muscolo collegato al tendine.

Quando le guaine rimangono infiammate e asciutte si parla di tendinite crepitante in quanto si manifestano dei crepiti nei movimenti articolari.

Tenosinovite o Paratenonite

Si manifestano con dolore, riduzione della funzionalità dell’area interessata, nel caso della tenosinovite a scatto può accadere il blocco del tendine.

Questo tipo di infiammazione può anche provocare tumefazione data dall’accumulo di liquido sinoviale oppure un attrito che si può udire semplicemente usando uno stetoscopio.

Borsite

La sintomatologia di questo disturbo può essere irritazione, dolore e gonfiore.

Trattamenti delle infiammazioni tendinee

 I problemi ai tendini possono essere difficili da trattare in quanto possono perdurare per mesi o, nei casi più severi, per anni. Il trattamento può durare dai sei ai nove mesi, ma nonostante terapia sia efficace, il dolore può ricomparire.

Lo Specialista certamente consiglia l’utilizzo di farmaci antiinfiammatori non steroidei (FANS per contribuire a controllare l’infiammazione e il dolore). I FANS, per i problemi tendinei,  sono di solito utilizzati per un breve periodo, specialmente nei pazienti anziani afflitti da molteplici comorbidità (coesistenza di più patologie contemporaneamente).

Dibattuto è sicuramente l’utilizzo di iniezioni di corticosteroidi nei tendini poiché la medicina non è d’accordo, anche se la terapia sistemica con corticosteroidi può essere efficace nei casi in cui vi sia un processo infiammatorio severo in atto; il trattamento giusto dipende comunque anche dal tendine interessato.

Specialmente nelle fasi iniziali del problema, risulta molto efficace l’utilizzo un prodotto topico a base di Adelmidrol (che attraverso il controllo indiretto dell’iper-reattività del mastocita distrettuale esercita azione antinfiammatoria), soprattutto se formulato in associazione a Bromelina (effetto drenante) e Olio essenziale di Garofano (azione lenitiva).

L’approccio fisioterapico, è inoltre importante in quanto insegnerà gli esercizi per aiutare il tendine a guarire e ritrovare la sua forza. A seconda del tipo di lesione, e del tendine interessato potrebbe essere richiesto di provare dispositivi speciali come plantari, stecche o ortesi siliconiche per ridurre la pressione sul tendine.

Nei casi in cui non si riesce a gestire il dolore, anche dopo mesi,  la chirurgia può essere molto efficace per alleviare il dolore delle tendiniti croniche.

Ultimi articoli
Contattaci



Accetto il trattamento dati personali




Copyright ©2018: Podolife